La nostra comunicazione: il blog di spazio/parola

#spazioaimigliori

Home Category: Zehnder Group

Archivi

Il benessere dell’uomo e la qualità degli spazi in cui vive al centro del progetto. L’obiettivo dell’intervento dello Studio Giola a Busto Garolfo, un paese collocato ad Ovest di Milano, era quello di dar vita a un complesso di ville monofamiliari caratterizzate da un ridotto consumo energetico, dal massimo comfort e dalla spiccata contemporaneità dal punto di vista formale. Tre le diverse unità che compongono il progetto NOE4, tutte chiamate ad alimentare l’immagine moderna del complesso, tutte progettate con particolare attenzione al tema della sostenibilità, del risparmio energetico e conseguentemente economico. Le due unità gemelle MONO1 e MONO2, anticipano la villa monofamiliare più rappresentativa dell’intero progetto, denominata MONO3+4. L’inserimento nel contesto nasce dall’analisi delle preesistenze del territorio e dall’identificazione del tetto a capanna come segno identitario del progetto.

Individuata la tipica simmetria dell’edificio, sottolineata dalla falda a capanna, si è idealmente voluto effettuare un taglio netto, introducendo un nuovo volume, che funga da separazione visiva ma da connettore per l’ambiente indoor; la separazione e la dissimmetria sono sottolineate dall’ampio sfasamento delle due coperture, ora a falda unica. Il taglio centrale è stato esteso dall’interno della villa sino all’esterno per tutta l’area di pertinenza.

Il volume centrale, che funge da asse di distribuzione interna, è stato pensato come un canale prospettico, uno spazio architettonico che permette di estendere il concetto del taglio all’esterno, tramite un continuo e costante dialogo con lo spazio patio/piscina da un lato ed il cortile dall’altro esterno, “dilatando” lo spazio interno attraverso la trasparenza durante il giorno e l’illuminazione costante ed omogenea durante la notte.

I volumi intonacati di colore chiaro vengono valorizzati dalle ombre profonde generate dallo sbalzo della copertura a falda unica, realizzata con struttura portante in CA e struttura secondaria, totalmente disaccoppiata termicamente, in legno.

I tamponamenti sono in blocchi in calcestruzzo aerato autoclavato a cui si aggiunge un cappotto termico in EPS che contribuisce a elevare le prestazioni dell’involucro. Grande attenzione anche al tema delle aperture. Sono stati utilizzati serramenti in PVC a doppio vetro a elevate prestazioni di tenuta all’aria e isolamento termico/acustico a cui si aggiungono, in tutte le finestre, frangisole orientabili esterni, che permettono una gestione ottimale dell’irradiazione solare.

Zehnder e l’efficienza energetica

Al fine di ottenere un edificio sostenibile e a basso consumo energetico, accanto alla progettazione e realizzazione di un involucro performante, si è deciso di utilizzare un impianto di climatizzazione evoluto, totalmente #gas_free, composto dunque da sole due pompe di calore aria/acqua indipendenti; la prima per alimentare l’impianto radiante a pavimento e la seconda, con accumulo integrato, per soddisfare il fabbisogno di acqua calda sanitaria.

A garantire il benessere e il comfort degli ambienti interni contribuisce l’impianto di ventilazione meccanica controllata con recuperatore di calore a doppio flusso installato. Zehnder ComfoAirQ350, che garantisce un costante ricambio dell’aria interna, recuperandone il calore, limitando così le perdite per ventilazione dell’involucro. La distribuzione dell’aria è stata inserita all’interno del sottofondo alleggerito isolante tramite l’impiego di tubazioni in polietilene alimentare ComfoTube75 e bocchette di estrazione/immissione TVA-K oppure CLD-K.

All’impianto di VMC, per garantire il raffrescamento durante la stagione estiva, è stata abbinata una batteria di post trattamento ZEHNDER ComfoPost CW10 che massimizza il comfort indoor immettendo aria filtrata, raffrescata e deumidificata dalle stesse bocchette che in inverno e nelle mezze stagioni vengono utilizzate per il solo ricambio aria.

Data la completa assenza di gas metano e la presenza di sole apparecchiature elettriche, si è reso indispensabile incrementare la potenza dell’impianto fotovoltaico in copertura, dai minimi di legge, sino alla potenza di picco di circa 4,50 kW che ad oggi permette di coprire tutti i ridotti fabbisogni energetici dell’edificio.

 

Progettista: Studio GIOLA | GIOLA Marco

Localizzazione: Busto Garolfo (MI)

Dati dimensionali: 235.00 mq

Classe energetica: A4

Sistemi Zehnder utilizzati: Recuperatore ComfoAir Q350, Batteria Post Trattamento ComfoPost CW10

Imprese esecutrici: Edilmer Srl (opere civili), Emmedi Termoidraulica Snc (impianto termoidraulico +vmc), Isoall Srl (infissi ed oscuranti), Gadda Automation Srl (impianto elettrico), Isoenergia Srl  (impianto fotovoltaico )

Continue Reading

Zehnder Charleston
Flessibilità e prestazioni di un bestseller

Ritmo, sequenza, ripetizione. Era il 1930 e Zehnder lanciava sul mercato il primo radiatore tubolare segnando l’inizio di un percorso che avrebbe nel tempo decretato il grande successo di questa tipologia di corpo scaldante. Charleston portava già nel dna quelle caratteristiche di efficienza e modularità che ancora oggi fanno di un classico del design un radiatore contemporaneo, flessibile e versatile, perfetto ambienti diversi per dimensione e caratteristiche architettoniche.

La struttura modulare del radiatore composta da elementi singoli disposti in sequenza in base alle esigenze dell’ambiente da riscaldare, permette infatti a Charleston di inserirsi sia in contesti di stile, sia in ambienti moderni, grazie anche alla possibilità di scegliere tra un’ampia gamma di colori e la versione cromata. Dall’edilizia residenziale privata agli edifici pubblici come le scuole, dagli edifici adibiti a uffici, fino alle officine e alle strutture industriali. Alla versatilità e flessibilità,  che consentono a Charleston di proporsi in modo trasversale, abbina  igienica, facilità di pulizia, ottime performance tecniche e sicurezza in fase di montaggio e installazione. Charleston viene fornito in un pezzo unico e provvisto di attacchi specifici, mentre in caso di lunghezze maggiori o su richiesta, arriva in cantiere anche in più pezzi e deve poi essere collegato in loco.

Oggi la serie Charleston comprende un ampio numero di varianti e modelli tra i quali, oltre alla versione standard, il modello particolarmente facile da pulire Klinik, oltre alle soluzioni specificatamente pensate per la ristrutturazione.

Scarica il comunicato in formato PDF

Continue Reading

Zehnder è lieta di comunicare la certificazione PHI (Passive House Institute di Darmstadt, Germania) dell’unità decentrale ComfoSpot 50.

Campogalliano, aprile 2018. Zehnder è lieta di comunicare la certificazione PHI (Passive House Institute di Darmstadt, Germania) dell’unità decentrale ComfoSpot 50.

L’unità decentrale a flusso continuo Zehnder ComfoSpot 50 è progettata per soddisfare tutte le esigenze di ricambio aria di singoli ambienti. È dotata di scambiatore entalpico per il recupero di calore e umidità, di controllo a bordo macchina o remoto, possibilità di regolazione automatica della portata in funzione dei valori di umidità, umidità e CO2, umidità e VOC rilevati sul canale di ripresa.

Nell’involucro in polipropilene espanso sono ricavati i vani che accolgono i due ventilatori, lo scambiatore di calore e i controlli elettronici: la particolare conformazione impedisce sia la dispersione di calore che la trasmissione dei rumori dovuti al funzionamento o provenienti dall’esterno. Questa caratteristica rende l’unità ComfoSpot 50 idonea all’installazione anche in camere da letto e in ambienti particolarmente silenziosi.

Gli optional disponibili, il progetto e l’esecuzione accurata e attenta a tutti i dettagli, il design accattivante delle cover interna ed esterna rendono il ComfoSpot 50 una unità decentrale unica e dalle prestazioni superiori certificate.

Scarica il comunicato in formato PDF

Continue Reading

Contattaci

Indirizzo

Via S. Pellico 1
35129, Padova - Italy

Contatti

E-mail: press@spazioparola.it
Tel: +39 049 7808091