La nostra comunicazione: il blog di spazio/parola

#spazioaimigliori

Home Category: Anselmi

Archivi

Exemple

Parlare moderno… con eccellenza

Immaginate un hotel col livello di un Four Seasons o di un Ritz, ma con solo 8 camere. Questo hotel lo trovate a Firenze in un palazzo storico completamente ristrutturato alla fine del 2016. Palazzo Roselli Cecconi è uno splendido edificio storico progettato tra il ‘400 e il ‘500 da Giuliano da Sangallo ed è oggi sede di un hotel di prestigio a Firenze.

Giuliano Giamberti, più noto come Giuliano da Sangallo, è una figura chiave e protagonista del Rinascimento italiano. Fu architetto di Lorenzo il Magnifico e dei papi Giulio II della Rovere e Leone X Medici. Architetto militare, fu anche un grande innovatore dell’architettura civile e religiosa: a lui si deve la capacità di creare quello strettissimo rapporto intellettuale con i committenti che ancora oggi caratterizza l’architettura. Una delle realizzazioni più interessanti del Sangallo è Palazzo Roselli Cecconi, uno splendido edificio, considerato patrimonio artistico nazionale fin dal 1901. Strategicamente a fianco della chiesa di Santa Croce è situato a due passi dalle vie dello shopping fiorentino e dalle principali attrazioni turistiche come Ponte Vecchio e la Galleria degli Uffizi.

Sorse per la famiglia Serristori tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento e venne ultimato verso il 1520 facendone un significativo esempio di architettura rinascimentale.  Ne emerge un antico palazzo nobiliare fiorentino risalente al XV secolo con affascinanti suite che rappresentano la possibilità di immergersi in un soggiorno pieno di fascino e storia, in una dimora storica che unisce tradizione a modernità e comfort dei servizi.

Dimora Storica d’Eccellenza

Le camere presentano eleganti decorazioni ed affreschi del 600, mobilio e tendaggi in stile e nel contempo interni climatizzati e dotati di connessione wi-fi, televisore con canali satellitari, minibar, servizio in camera ed eleganti bagni in marmo. Gli spazi comuni sono generosi, e comprendono salotti salotti e un bar completo con sedute all’aperto in una meravigliosa terrazza sui tetti di Firenze.

Qualche anno fa una completa ristrutturazione dello studio di architettura BBC Engineering srl di Firenze che ha scelto le porte Flessya per la capacità dell’azienda di realizzare porte personalizzate su progetto.

Palazzo Roselli Cecconi ha superato con successo i 100 controlli di qualità previsti dal Protocollo di Certificazione delle Dimore Storiche di Eccellenza e risulta regolarmente certificato dal Registro Italiano delle Dimore Storiche di Eccellenza.

Boutique hotel

Palazzo Roselli Cecconi è, inoltre, un “boutique hotel”, un concetto creato dello statunitense Ian Schrager*, per indicare una struttura con camere e ambienti comuni pensati e arredati in maniera personalizzata ed unica.

I boutique hotel sono oggi di gran moda: il loro target principale sono i Millennials, la generazione di viaggiatori che amano soluzioni ricercate ma accessibili, che cercano un lusso moderno ma praticabile e in grado di assecondare il loro gusto giovane e giovanile. Il concetto è, però, quello di non creare mai un effetto standard: i boutique hotel sono hotel progettati con elementi di arredo particolari ciascuno di loro ha la sua personalità, rispecchia una determinata filosofia o una particolare mission. Uno stile che deve essere unico e non convenzionale.

Porte personalizzate

Questo concetto vale anche per le porte interne installate nell’hotel. Si tratta di porte Flessya in modelli personalizzati secondo il disegno dell’architetto progettista: resistenti al fuoco EI 30 con abbattimento acustico di 26 dB e spessore di 50 mm, dislocate fra gli ingressi delle camere e le zone corridoio, le porte fornite sono in finitura laccato bianco RAL 9016, pantografate a due bugne, con cornici e basette lavorate su disegno del committente. Sempre realizzata su disegno dell’architetto c’è anche un modello riportante da un lato la stessa pantografatura delle porte di ingresso e dall’altro lato specchi incassati di varie dimensioni.

Cerniere di classe

Riguardo le cerniere, la scelta del produttore è caduta sul modello AN 160 3D prodotte da Anselmi che dal 2017 fa parte del gruppo Simonswerk. Contenute nelle dimensioni ma dalle elevate prestazioni questa linea di cerniere invisibili soddisfa il moderno gusto estetico per il minimalismo e l’essenzialità garantendo al contempo portata, facilità di installazione e di regolazione in cantiere. Con una altezza complessiva di soli 110 mm il sistema AN 160 3D è in grado di movimentare ante pesanti fino a 60 kg con solo due cerniere. Prodotte interamente in zama e poi disponibili in ben 9 finiture estetiche sono regolabili sui 3 assi (+/- 1,5 mm in laterale, +/- 2,5 mm in altezza e +/- 1,0 mm in pressione) e sono reversibili, ovvero installabili su porte con apertura sia destra che sinistra.

Il particolare cinematismo del sistema AN 160 3D le rende anche idonee ad essere utilizzate in abbinata con il sistema Anselmi Close, una particolare cerniera che integra al suo interno un sistema di chiusura dell’anta. Ultima nata in casa Anselmi, Close è in grado di chiudere in modo controllato ante pesanti fino a 60 kg. La forza di chiusura è regolabile a porta montata ed una volta installata risulta esteticamente identica alle altre cerniere.

Continue Reading

Anselmi Close: il sistema di chiusure integrato nella cerniera

 “…Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.”

Antoine de Saint-Exupéry ne “Il Piccolo Principe”

Non ci sono parole più adatte per descrivere Close, il sistema di chiusura automatica per porte sviluppato dalla Anselmi. Questa soluzione è infatti destinata ad essere completamente integrato all’interno della cerniera.

Come è noto è ormai una chiara tendenza quella verso porte interne residenziali con cerniere a scomparsa. Cerniere che non si devono vedere dall’esterno o dall’interno ma solo a porta aperta e che consentono, ad esempio, di realizzare porte perfettamente filomuro.

Il sistema di chiusura automatica per porte Close sviluppato dalla Anselmi permette di movimentare ante di peso rilevante, risultando nello stesso tempo invisibile a porta montata.  Un particolare dispositivo di rotazione lo rende utilizzabile in combinazione con tre diverse tipologie di cerniere, in grado di sostenere e movimentare ante da 20 a 80 kg. Una volta installato, il sistema è esteticamente identico alle cerniere.

Design a scomparsa, ma essenziale

Close, è così significativa dal punto di vista della tecnica e del design da essere stata selezionata dall’Osservatorio ADI e inserita nell’ADI Design Index 2018.

Close è un prodotto altamente tecnologico che associa eccellenti prestazioni, garantite da rigorosi test di 200.000 cicli di apertura e chiusura, a una componente estetica che definisce un total look con le cerniere Anselmi AN 140 3D, AN 160 3D e AN 180 3D.

Close permette di muovere in modo semplice ed efficace anche ante da 60 kg di peso. Completamente integrato all’interno di una cerniera, Anselmi Close risulta invisibile a porta montata, preservando un’estetica complessiva pulita ed elegante.

Viene installato al centro della porta, in posizione equidistante tra la cerniera superiore e quella inferiore. Anselmi Close ha un particolare sistema di rotazione che lo rende utilizzabile in abbinamento con le cerniere a scomparsa Anselmi AN 140 3D, AN 160 3D e AN 180 3D in grado di sostenere e movimentare ante da 20 kg a 80 kg di peso. In questo modo si possono creare diverse configurazioni in funzione del peso e delle dimensioni della porta, nonché dell’ambiente nel quale la porta è installata.

Le lavorazioni su anta e telaio del sistema Anselmi Close differiscono da quelle delle cerniere solo nella profondità di fresata sull’anta, necessaria per inserire la molla: una volta installato il sistema è esteticamente identico alle cerniere. La forza della molla è registrabile a porta montata ruotando le due chiavi a brugola posizionate sulla parte frontale della cerniera, così da adattare la velocità e/o la forza di chiusura della porta a seconda delle dimensioni della stanza, della porta, della serratura utilizzata.

Il sistema è stato menzionato nell’ADI Design Index che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione selezionato dall’Osservatorio permanente del Design ADI, non solo per le caratteristiche tecnico-estetiche, ma anche per la capacità di adattarsi a differenti contesti, sia in ambito residenziale, sia negli spazi pubblici.

Alla base della realizzazione di Close c’è un attento e scrupoloso studio progettuale da parte della ricerca e sviluppo della Anselmi diretta da Giulio Anselmi:

“Ci è voluto più di un anno e molti test – ricorda Giulio Anselmi – prima di arrivare alla soluzione attualmente in commercio. Volevamo qualcosa di semplice da installare, facile da regolare in cantiere e al contempo durevole nel tempo. Anselmi Close coniuga tutto questo: un binomio ed un equilibrio perfetto tra forma e funzione che oltre al riconoscimento da parte di ADI, che ci rende orgogliosi, ci ha permesso di registrare ben 3 brevetti internazionali.“

Scarica il comunicato in formato PDF

Continue Reading

Sottile ma dalle grandi prestazioni

AN 150 3D 28, non solo per porte

Un ingombro ridotto, un design contemporaneo impreziosito dalle numerose finiture disponibili, un meccanismo perfetto nato dal know how di un’azienda unica e dalla volontà di soddisfare le richieste del mercato con un prodotto versatile e dalla qualità garantita.

Un nuovo modello che si va ad aggiungere all’ampia gamma di cerniere a scomparsa, una soluzione pensata specificatamente per ante dallo spessore contenuto, in grado di assicurare elevate prestazioni e una perfetta complanarità della superficie. Al Sicam di Pordenone, appena conclusosi, Anselmi ha presentato la nuova cerniera AN 150 3D 28, che si caratterizza per un corpo molto sottile sull’anta (solo 20 mm di larghezza) che la rendono applicabile su uno spessore di anta di soli 28 mm. Una soluzione che permette di realizzare porte a filo con battuta sfruttando un telaio standard da 32 mm. Inoltre, sul lato telaio, la cerniera richiede una fresata profonda solo 20 mm, rendendo facile l’inserimento del coprifilo.

Queste caratteristiche dimensionali ed in particolare la larghezza contenuta della cerniera sull’anta, ampliano le possibilità d’utilizzo del sistema, estendendo il campo di applicazione di AN 150 3D 28 anche alle proposte d’arredo su misura. Una soluzione innovativa, dalle performance elevate, messa a punto attraverso l’impiego di componenti speciali in un ingombro molto ridotto, per le quale Anselmi ha attinto ai brevetti Simonswerk per rivisitare ad esempio il sistema leve. Proprio la capacità di collaborazione dei team di ricerca e sviluppo delle due aziende ha permesso di raggiungere un eccellente risultato, certificato dai test effettuati seguendo i parametri della normativa EN 1935 nei laboratori di prova di Anselmi e Simonswerk.

AN 150 3D 28 ha una portata di 40 kg la coppia e come tutte le altre cerniere Anselmi è completamente a scomparsa e registrabile sui tre assi. Realizzata interamente in zama, è disponibile in 9 finiture per integrarsi al meglio in qualsiasi contesto cromatico e di stile: Cromo satinato, Bronzo verniciato, Nero, Bronzo Antico, Cromo Alluminio, Ottone lucido, Cromo lucido, Nickel satinato, Bianco.

Scarica il comunicato in formato PDF

Continue Reading

Anselmi Close nell’ADI Index

Il sistema di cerniere con chiusura dell’anta integrata è stato selezionato dall’Osservatorio dell’ADI tra i sistemi tecnologici più interessanti e innovativi. Un riconoscimento che premia la capacità di Anselmi di progettare un componente tecnico funzionale d’eccellenza considerandone anche gli aspetti estetici e formali.

Un dettaglio d’autore, un innovativo sistema di chiusura automatica per porte sviluppato da Anselmi che permette di muovere in modo semplice ed efficace anche ante da 60Kg di peso. Completamente integrato all’interno di una cerniera, Anselmi Close risulta invisibile a porta montata, preservando un’estetica complessiva pulita ed elegante. Un binomio perfetto, un equilibrio tra forma e funzione che raggiunge i massimi standard qualitativi, come conferma l’inserimento di Anselmi Close nell’ADI Index 2018, la pubblicazione annuale di ADI Associazione per il Disegno Industriale che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione, selezionato dall’Osservatorio permanente del Design ADI. Considerato il primo step nella corsa all’ambitissimo Compasso d’Oro ADI, l’Index fotografa la situazione del design italiano analizzando per diverse tipologie di prodotti/sistemi quanto di meglio sanno offrire i creativi di ogni latitudine e le aziende del nostro paese. Anselmi Close è un sistema che associa eccellenti prestazioni, garantite da rigorosi test di 200.000 cicli di apertura e chiusura, a una componente estetica che definisce un total look con le cerniere.

Installato al centro della porta, equidistante tra la cerniera superiore e quella inferiore, Anselmi Close ha un particolare sistema di rotazione che lo rende utilizzabile in abbinata con le cerniere Anselmi AN 140 3D, AN 160 3D e AN 180 3D in grado di sostenere e movimentare ante da 20Kg a 80 Kg di peso. In questo modo si possono creare diverse configurazioni in funzione del peso e delle dimensioni della porta, nonché dell’ambiente nel quale la porta è installata.

Le lavorazioni su anta e telaio del sistema Anselmi Close differiscono da quelle delle cerniere solo nella profondità di fresata sull’anta, necessaria ad inserire la molla: una volta installato il sistema è esteticamente identico alle cerniere. La forza della molla è registrabile a porta montata ruotando le due chiavi a brugola posizionate sulla parte frontale della cerniera, così da adattare la velocità e/o la forza di chiusura della porta a seconda delle dimensioni della stanza, della porta, della serratura utilizzata.

Il sistema è stato menzionato non solo per le caratteristiche tecnico-estetiche, ma anche per la capacità di adattarsi a differenti contesti, sia in ambito residenziale, sia negli spazi pubblici,

ADI Index

L’ADI_Associazione per il Disegno Industriale riunisce progettisti, imprese, ricercatori, insegnanti, critici, giornalisti intorno ai temi del design: progetto, consumo, riciclo, formazione. È protagonista dello sviluppo del disegno industriale come fenomeno culturale ed economico.

Il suo scopo è promuovere e contribuire ad attuare, senza fini di lucro, le condizioni più appropriate per la progettazione di beni e servizi, attraverso il dibattito culturale, l’intervento presso le istituzioni, la fornitura di servizi. Istituito nel 1954, il Premio Compasso d’Oro ADI è il più antico ma soprattutto il più autorevole premio mondiale di design, un riconoscimento prestigioso che nel corso degli anni ha più volte premiato i maestri del design italiano e i più importanti brand del settore. Viene istituito ogni due anni e l’ADI Index è il primo passo per aggiudicarselo.

Scarica il comunicato in formato PDF

Continue Reading

Contattaci

Indirizzo

Via S. Pellico 1
35129, Padova - Italy

Contatti

E-mail: press@spazioparola.it
Tel: +39 049 7808091